A+ A A-

This is my story - Omaggio a Ernesto De Pascale

  • Scritto da Enrico Zoi

Ernesto De Pascale, giornalista musicale, produttore, autore del Popolo del Blues, se n'è andato il 13 febbraio 2011, nel giorno del suo compleanno. Lunedì 30 maggio, alle 21, Odeon Firenze, in collaborazione con Toscana Musiche e Il Popolo del Blues, presenta This is my story, ricordo di Ernesto De Pascale. Ospiti della serata saranno la moglie Laura Mauric, la sorella Antonella De Pascale, e poi Michele Manzotti, Bruno Casini, Paolo Donati ed Emiliano Laszlo.

Ernesto è stato uno dei principali promotori del rock fiorentino e della cultura rock a livello nazionale, autore del noto programma Il Popolo del Blues e fondatore dell'omonima etichetta musicale, nonché storica voce storica di Rai Stereonotte: un personaggio eclettico e creativo, a volte scomodo, sempre molto appassionato, anzi ferocemente innamorato della sua musica, per la quale si è battuto finché ha avuto voce ed energia.
La serata del 30 maggio prevede la proiezione di quattro suoi documentari: Chet Baker e Firenze. Storia di un amore infinito, My name is Pasquale, San Francisco Blues Festival 2000 e Un Weekend post moderno.
Il primo, Chet Baker e Firenze. Storia di un amore infinito (Ernesto De Pascale, 2009), ricorda l'evento del 24 Gennaio 1956, quando il trombettista jazz americano Chet Baker, reduce dai successi di The Birth Of Cool, si presentò sul palcoscenico della Sala del Buonumore del Conservatorio Cherubini di Firenze per un concerto che avrebbe aperto la stagione del jazz contemporaneo. Il documentario propone immagini inedite ed interviste. Riprese e montaggio sono di Emiliano Laszlo.
Segue poi My name is Pasquale (Ernesto De Pascale e Paolo Donati), testimonianza del grande Nicola Arigliano (Pasquale è lui), il divo degli anni Sessanta, il più apprezzato cantante di jazz italiano, cui De Pascale ha dedicato una biografia scritta insieme a Michele Manzotti, con la prefazione di Renzo Arbore.
Terzo documentario in programma sarà San Francisco Blues Festival 2000 (ancora di De Pascale e Donati), realizzato a San Francisco nel settembre del 2000 con la squadra del Popolo del Blues: Ernesto De Pascale, Sergio Salaorni e Paolo Donati. Buona musica, non necessariamente solo blues.
Infine, Un Week-end postmodernoPascale-Donati), documentario sulla creatività a Firenze negli anni Ottanta, ispirato al diario dello scrittore Pier Vittorio Tondelli, abituale frequentatore della Firenze di quegli anni, con immagini inedite di Litfiba, Piero Pelù, Neon, Diaframma, Tuxedo Moon, Patti Smith e interviste ai principali protagonisti di quegli eventi.
Una serata in quattro atti, per ricordare Ernesto De Pascale, volato via con la sua musica, nel modo che lui avrebbe sicuramente apprezzato: un concentrato visivo-sonoro delle note, dei testi, dei viaggi, dei personaggi che ha sempre saputo raccontarci con amore. Una serata che, come l'Odeon che l'accoglierà, sicuramente sarà riempita dall'abbraccio del pubblico fiorentino.

Ernesto de Pascale (Firenze, 1958–2011). Giornalista musicale e produttore indipendente, voce storica di Rai Stereonotte, collaboratore di Radio Tre e del canale televisivo satellitare Rai Sat Show, collaboratore de “La Nazione” e della testata britannica “Rocksbackpages", ha pubblicato “Bessie Smith, la vita e le opere“ (1992), “Mondo beat“ (1993), "America musica" (1994) “Pistoia Blues: le interviste“ (1996), "Il Rock & Roll in Italia" (2000), il volume di racconti “Parole di Notte Verso casa“ (1994) e vari saggi. Nel 1998 Ha dato vita al sito www.ilpopolodelblues.com in concomitanza con la nascita di un'etichetta musicale dallo stesso nome. È stato curatore con Bruno Casini e Giancarlo Cauteruccio della mostra sugli anni Ottanta a Firenze.


@il_trillo

per scrivere a iltrillo.eu invia una mail a info@iltrillo.eu o contattaci sui nostri profili "Twitter""Facebook".