A+ A A-

La pizza: evita anche la crisi, dopo aver conquistato il cinema, da Pizza Connection a Woody Allen

  • Scritto da Enrico Zoi

La notizia di fine anno è che la pizza non sente la crisi. Dal 2001 al 2010 il consumo di pizza nel mondo è cresciuto del 3,8%, ci sono più pizzerie e il giro di affari annuo sfiora i 7 miliardi di euro. Il dato anomalo è che i maggiori mangiatori del pianeta sono gli statunitensi con 13 kg in media nei dodici mesi, mentre l'Italia, che è comunque seconda, si attesta a 7,6 kg, seguita a ruota dal Canada con 7,5 kg. Oltre tutto pare che il prezzo medio, almeno in Italia, non sia aumentato.
È possibile pensare a una filmografia sulla pizza?

Certo si può sostenere che il cinema sia una pizza: perché così si chiama la scatola rotonda e piatta che custodisce la pellicola e perché, quando un film è noioso, si dice che... è proprio una pizza!
Una rapida ricerca sul web sul sito dell'Internet Movie Database rivela l'esistenza di almeno 115 film il cui titolo contiene la parola 'pizza'. 5 di essi si chiamano semplicemente Pizza. E sono una serie tv australiana (2000-2005), un thriller thailandese di Surbsak Chalongtham del 2003, una commedia americana di Mark Christopher del 2005, e due cortometraggi, uno indiano di Chinmay Patwardhantom del 2008 e uno inglese di Tavet Rubel del 2010.
Degli altri ricordiamo: un classico di Damiano Damiani del 1985, Pizza Connection, con Michele Placido, Marc Chase, Ida Di Benedetto, Nick Delon e Tony Sperandeo; Mystic Pizza (Donald Petrie, 1988), con Julia Roberts, girato in una pizzeria; e il cartoon Totò Sapore e la magica storia della pizza, diretto nel 2003 da Maurizio Forestieri e ispirato al lavoro teatrale Il cuoco prigioniero di Roberto Piumini.
Né mancano le pizzerie nei film. C'è solo l'imbarazzo della scelta. Nel 1990, Lawrence Kasdan gira Ti amerò fino ad ammazzarti, con Kevin Kline nel ruolo del pizzaiolo italoamericano Joey Boca. Nel 2000 è Woody Allen ad andare in pizzeria con il suo Criminali da strapazzo: dai sotterranei del locale, addirittura acquistato da Ray, interpretato dallo stesso regista, partirà la banda per il presunto colpo del secolo, fermandosi anche a mangiare una pizza vera e propria!
È infine del 2010 Mangia, prega, ama di Ryan Murphy, dove Julia Roberts, nei panni di Liz Gilbert, gira una scena a Forcella, nella storica pizzeria Da Michele, assaggiando la sua celebre pizza e mandando in subbuglio il quartiere napoletano.

 

@il_trillo

per scrivere a iltrillo.eu invia una mail a info@iltrillo.eu o contattaci sui nostri profili "Twitter""Facebook".